Rubinetto cucina: materiali, tipologie e ultime tendenze

Rubinetto cucina: alla scoperta dei materiali e tanto altro ancora.

Il concept abitativo della cucina ha subito una grande trasformazione rispetto al passato.

Come tutti i concetti in evoluzione continuerà a modificarsi in base alle spinte del mercato e ai cambiamenti delle esigenze e delle abitudini dei consumatori finali.

Oggi più che mai la casa rappresenta il luogo sicuro in cui rifugiarsi, il simbolo di una sfera intima e riservata in cui sentirsi protetti e in cui convogliare i valori più autentici della vita.

In questo senso, anche la personalizzazione diventa fondamentale.

Le persone non si accontentano più di soluzioni d’arredo preconfezionate.

Ricercano sempre più unicità, sartorialità e composizioni creative che possano coniugare più stili, atmosfere, materiali, forme e variazioni cromatiche.

Non è più il cliente a doversi adattare alla “composizione tipo” di una volta.

Oggi succede esattamente il contrario.

Come abili sarti, i designer lavorano su progetti confezionati su misura delle abitudini e dei gusti estetici dei fruitori degli spazi domestici. 

La versatilità, la capacità di adattamento e il tailor made non riguarda solo il macro, ma scende nel dettaglio, nel micro, coinvolgendo ogni elemento della complessità funzionale delle moderne cucine. 

L’attenzione, dunque, non è più rivolta solo agli stili, ai materiali, all’illuminazione e all’innovazione tecnologica degli elettrodomestici, ma anche a tutti quegli elementi storicamente considerati “secondari” .

Per esempio la rubinetteria che ricopre un ruolo tutt’altro che accessorio nell’economia funzionale ed estetica di una cucina.

Rubinetto cucina
In foto: Cuina Creo Store Firenze. Modello Ank

Il design del rubinetto cucina ha compiuto passi da gigante rispetto al passato.

Se fino a non molto tempo fa il lavello “viaggiava” in coppia con un rubinetto standard, o al massimo prevedeva di scegliere tra un paio di opzioni, oggi i produttori di cucine garantiscono al cliente il massimo grado di personalizzazione in termini di materiali, forme, tipologie e colori anche per i rubinetti.

Si va dalle scelte più convenzionali a quelle più insolite che riescono comunque a garantire una buona funzionalità nell’utilizzo quotidiano.

Rubinetteria professionale anche per la cucina domestica

Tra i trend più diffusi troviamo quello di impiegare in ambito domestico rubinetteria professionale o semiprofessionale (del tutto simile a quella delle cucine industriali).

Quest’ultima è dotata di funzionalità aggiuntive che aumentano il comfort e la praticità delle varie operazioni di lavaggio. 

I rubinetti cucina estraibili professionali con beccuccio alto e tubi flessibili (allungabili fino a 30 cm) a scomparsa sono molto comodi.

Un esempio soprattutto per lavare pentole e teglie, ma anche per sciacquare agevolmente la frutta e la verdura e per direzionare il getto d’acqua in modo più mirato ed efficiente.

Alcuni modelli sono integrati con pulsanti per un controllo più rapido e altri possono prevedere la presenza di un gomito o di un’uscita separata per l’acqua bollente.

Rubinetti cucina da cucina intelligenti

Un capitolo a parte meritano i rubinetti smart ad attivazione vocale.

Essi sfruttando la tecnologia domotica e l’Internet of Things, questi speciali dispositivi si azionano senza contatto, con un semplice comando vocale.

Rubinetto Cucina
In foto: Creo Store Firenze. Cucina Modello Kyra

Le impostazioni di controllo possono essere personalizzate tramite apposite App, alle quali è possibile chiedere non solo di aprire o chiudere il rubinetto cucina, ma anche di

  • modificare la temperatura e
  • la modalità di erogazione dell’acqua.

Rubinetti in vetro

Accanto ai tradizionali modelli in acciaio, ottone o ceramica, si stanno facendo largo rubinetti realizzati in materiali insoliti e apparentemente poco adatti a resistere alle svariate sollecitazioni cui è sottoposto l’ambiente cucina.

Eppure, i rubinetti in vetro, a dispetto della loro apparente fragilità, possono rivelarsi resistenti, pratici e comodi da utilizzare esattamente come le omonime versioni metalliche. 

Oltre ad essere belli da vedere (in alcuni casi, vere e proprie opere d’arte!), i rubinetti da cucina in vetro impiegano tecnologie così sofisticate da soddisfare anche i principali requisiti di sicurezza e igienicità.

Rubinetto cucina
In foto: Creo Store Firenze. Modelo Mya

Sono realizzati con maniglie e beccucci senza piombo che coniugano leggerezza/minimalismo a proprietà antibatteriche e di resistenza allo sporco, e garantiscono longevità e un ottimo livello di resistenza ai graffi.

Senza dimenticare che il vetro, per sua natura, è un materiale flessibile che può essere plasmato in qualsiasi forma e dimensione.

I designer hanno sfruttato tale caratteristica per dar vita a rubinetti cucina incredibilmente creativi, non solo nella forma, ma anche nel colore.

La trasparenza del vetro consente di creare rubinetti di design colorati in modo delicato e non invasivo.

Essi sono capaci di assumere colorazioni inedite e particolari, piene di riflessi e suggestive sfumature.

 

Se ti sei perso lo scorso articolo sulle cucine Creo Firenze, eccolo qua:

 

Potrebbe interessarti anche: